Τρίτη, 5 Μαρτίου 2013

Emilia: marito cambia sesso, nozze valide



Con la sentenza, il tribunale di Reggio Emilia ha accolto il ricorso contro la propria espulsione del brasiliano transessuale, diventato donna, ma ancora registrato all'anagrafe come maschio. Al brasiliano, sposato con una cittadina italiana da circa sei anni, la questura aveva rifiutato il permesso di soggiorno per ricongiungimento familiare. Dopo le nozze, l'uomo si era sottoposto a una rettificazione del sesso e aveva così assunto comportamenti e aspetto di donna. Questo cambiamento, per la polizia cittadina, è la prova che il matrimonio con una donna fosse solo fittizio.

Ma il giudice la pensa diversamente: l'uomo, come confermano i testimoni, convive ancora con la moglie e la coppia è legata da un rapporto affettivo "evidente ed intenso". Inoltre, una sentenza della Corte costituzionale tedesca del 2008 afferma che è frequente che persone che si identificano con il sesso opposto abbiano attrazione sessuale per questo sesso. Inoltre, per il giudice, solo un cambio di sesso registrato all'anagrafe, sulla base di una sentenza del tribunale, può essere causa di divorzio. Infine, il giudice ricorda che la questura non possa entrare troppo, facendo indagini, su presunti matrimoni fittizi nella privacy e negli affetti di una famiglia, che sono tutelati dall'art. 29 della Costituzione.

Δεν υπάρχουν σχόλια :

Δημοσίευση σχολίου

Εδώ σχολιάζεις εσύ - Comment Here

Σημείωση: Μόνο ένα μέλος αυτού του ιστολογίου μπορεί να αναρτήσει σχόλιο.

Contact Us

Name *
Email *
Subject *
Message *
Powered byEMF Web Forms Builder
Report Abuse